© COPYRIGHT 2016. MAGMA

26.05.17 - La cattedrale sull’acqua di Magma: la svolta del Magazzino Darsena

magazzino-1

Prendete un magazzino del Settecento e riempitelo di musica, installazioni, in definitiva di vita. Il Magazzino del sale di Cervia – o Magazzino Darsenaè una delle location del Modulo Fest che andrà in scena, organizzato dal Collettivo Magma, il 16 e 17 giugno (il 18 ci si sposta al Woodpecker). Qui, a pochi metri dalla banchina, si alterneranno i dj e producer internazionali che Magma ha portato ancora una volta nella provincia di Ravenna.

12747384_807642146028789_1395820889485035677_o Il Magazzino del sale è un luogo nel quale si potrebbero girare film ambientati più o meno in ogni epoca. È un esempio di architettura industriale di un’era pre-industriale, con accesso diretto nel canale. Snodo logistico di inizio Settecento per la vendita del sale, oggi al visitatore contemporaneo ricorda una chiesa. I giochi di luce dovuti all’acqua che ne allaga una parte ricordano quelli della Basilica di San Vitale di Ravenna. Diviso in tre piani, ancora solido nonostante l’età, per descriverlo tocca attingere ai luoghi comuni del vocabolario: magico, fantastico, “splendida cornice”. Il problema è uno: il Magazzino è un luogo, come il Woodpecker, dove è meglio andare di persona anziché farselo raccontare.

Magazzino Darsena, installation "Their Voices" Il merito della sua riscoperta va data anche a Magma che ha – come minimo – il tocco magico per questi luoghi storici che la collettività sembrava aver dimenticato. Il bando per la gestione del Magazzino è infatti appena stato assegnato e nei prossimi anni la struttura tornerà a nuova vita, aperto tutto l’anno. Dopo il convento di San Francesco a Bagnacavallo, questa è la seconda struttura che Magma sceglie come luogo per le sue iniziative e poi viene data in gestione dall’ente pubblico. Scherzi a parte, le doti taumaturgiche non c’entrano: semplicemente quando un luogo simbolo della memoria si riempie di energie giovani è destinato a vedere andare avanti la sua storia, salvandosi dall’oblio.